Gravidanza ad alcolismo una conseguenza

L'alcol in gravidanza

Cura scientifica di alcolismo

Con strascichi e conseguenze, spesso pesanti, tra coloro che decidono di intraprendere la strada della maternità. Pertanto, smettere di bere e drogarsi dovrebbe rappresentare la priorità massima della gestante o futura gestante. La statura, il peso, il perimetro cranico sono inferiori al normale, la fronte è convessa, il mento rientrante e il naso schiacciato. Questo povero neonato è molto agitato nei giorni successivi alla nascita, e anche dopo, questo handicap non tende a migliorare.

Si nota un ritardo nello sviluppo fisico e intellettuale associato a turbe caratteriali. Certamente, bere un bicchiere di vino o di birra occasionalmente non comporta rischi per il nascituro.

Il rischio, piuttosto, si riferisce a bambini la cui madre in gravidanza abbia sistematicamente bevuto 2 litri gravidanza ad alcolismo una conseguenza vino al giorno, o più litri di birra o bicchieri di un superalcolico come il whisky. Anche per una donna - in gravidanza ad alcolismo una conseguenza di una gravidanza o già in attesa - che non ha problemi di alcolismo, il consiglio degli esperti rimane quello di bere moderatamente: il meno possibile o per niente.

Occorre, in gravidanza ad alcolismo una conseguenza caso, eliminare del tutto bevande ad alto tasso alcolico: aperitivi, digestivi, whisky, cocktail. La salute del proprio bambino passa anche da questa scelta consapevole. Il consumo di droghe, oramai è accertato, a prescindere che siano leggere o pesanti costituisce un reale pericolo per la salute della mamma e del bambino. Quali sono i rischi specifici associati a ciascun tipo di droga? Sono oltre 28mila le donne tossicodipendenti in Italia, 24mila delle quali ogni anno accede ai servizi pubblici richiedendo un trattamento per dipendenza da sostanze stupefacenti solitamente metadone.

Un elevato numero di queste donne rimane incinta: ogni anno vengono portate a termine tra le e le 2. Spesso, poiché il personale medico non sa come comportarsi in questi casi, esiste anche un rischio gravidanza ad alcolismo una conseguenza errata presa in carico della gestante. Il motivo di tale incertezza è dovuto al fatto che le consumatrici di marijuana tendenzialmente associano il consumo di droga a quello di alcol e tabacco.

Pertanto, è difficile distinguere gli effetti dei singoli componenti chimici di queste diverse sostanze. In ogni caso, a prescindere che sia prodotto da tabacco o da marijuana, è provato che il fumo nuoce gravemente alla salute del nascituro.

Diversi studi scientifici dimostrano, infatti, che un consumo regolare di marijuana espone la madre e il bambino a diversi rischi, perché il principio attivo contenuto in questa sostanza attraversa la parete della placenta e raggiunge il sangue del feto. Questo perché, come la madre, anche il feto è gravidanza ad alcolismo una conseguenza al monossido di carbonio. Inoltre, il principio attivo contenuto nella marijuana attraversa la parete della placenta ed entra nel sangue del feto in concentrazioni variabili.

Questo ematoma è spesso all'origine di emorragie per la madre, che le sono talvolta fatali. Diversi studi, basati anche su casi clinici, hanno dimostrato che le madri che consumano marijuana danno alla luce bambini con un peso inferiore alla nascita, rispetto agli altri neonati.

Il basso peso comporta una maggiore predisposizione alle infezioni nei primi gravidanza ad alcolismo una conseguenza di vita.

Attualmente la cocaina è una delle droghe più diffuse tra la popolazione giovanile, usata come droga ricreativa e per questo inalata o trasformata in crack e fumata.

Essendo un forte stimolante del sistema nervoso centrale, a prescindere dalla forma esistono enormi rischi legati al suo consumo. I neonati nati da madri che fanno uso di cocaina durante la gravidanza sono spesso prematuri, con basso peso alla nascita, ridotta circonferenza del cranio e lunghezza inferiore alla media.

Non è stato ancora stabilito quale sia la quantità minima di cocaina sufficiente a provocare malattie congenite e altri effetti collaterali nel bambino, quindi è consigliabile evitare completamente la sostanza durante la gravidanza, a prescindere gravidanza ad alcolismo una conseguenza dose.

Il consumo di cocaina durante la gestazione è associato a emicranie materne e crisi epilettichema soprattutto i cambiamenti cardiovascolari normalmente presenti vengono esacerbati dal consumo della sostanza, causando per esempio crisi ipertensive. Oltre a questo ricordiamo ovviamente anche i rischi indipendenti dallo stato di gravidanza, come ad esempio:. La cocaina aumenta il rischio di aborto spontaneo, soprattutto se consumata a inizio gravidanza.

Ma non solo. Il rischio sembra aumentare in caso di consumo frequente della sostanza. I neonati esposti alla cocaina, soprattutto se il consumo avviene in prossimità del partosi rivelano più irritabili e nervosi, non riescono a dormire senza interruzioni, hanno disturbi alla vista e problemi con la stimolazione sensoriale.

Alcune di queste complicazioni possono continuare per settimane dopo il parto o anche per più tempo. Tra i bambini in età scolare, sono stati riferiti anche casi di anomalie del tono muscolare, ritardi nella crescita, disturbi del linguaggio e maggiori necessità di sostegno scolastico. Queste conseguenze possono quindi avere un impatto diretto sulle potenzialità di un bambino, anche perché alcuni di questi deficit possono persistere negli anni successivi, con gravidanza ad alcolismo una conseguenza prenatalmente esposti mostrando un rischio maggiore per problemi sottili con la lingua e la memoria.

Tra i figli di donne che hanno fatto uso di cocaina durante la gravidanza sono stati riportati sintomi di astinenza :. Per la salvaguardia del bambino, è comunque consigliabile che il padre eviti la cocaina nei tre mesi precedenti il concepimento, al fine di consentire la crescita di spermatozoi sani. Nel primo mese gravidanza ad alcolismo una conseguenza gestazione, il rischio di decesso è più alto. Ma ci sono altri problemi possibili. Sono bambini che manifestano spesso un gravidanza ad alcolismo una conseguenza particolare: nervosismo, irritabilità, inconsolabilità, si mettono a piangere in presenza del minimo rumore gravidanza ad alcolismo una conseguenza di contatto.

Diversi studi scientifici hanno dimostrato i potenziali pericoli associati al consumo di eroina da parte di donne gravide. In caso di dipendenza, è indispensabile il parere del medico. Infatti, talvolta è sconsigliato interrompere il consumo di eroina dopo la scoperta della gravidanza, perché la condizione di astinenza potrebbe ripercuotersi sul bambino e provocare sofferenze estremamente pericolose.

Spesso il personale medico raccomanda l'utilizzo di metadone, sostanza che consente di stabilizzare la concentrazione di droga nel gravidanza ad alcolismo una conseguenza.

Ma non è il solo problema: il numero di bambini prematuri è molto più alto nel caso di madri che fanno uso di questa droga. Un bambino la cui madre abbia fatto uso di eroina rischia di andare incontro a diversi problemi. Peraltro, questi bambini mostrano spesso grande agitazione e forte irritabilità. Infatti, la condivisione e lo scambio di siringhe comporta un rischio di propagazione di virus nel sangue: HIV, epatiti B e epatiti C.

Di conseguenza, tutte le donne che hanno fatto uso di droghe iniettabili devono sottoporsi tassativamente a un esame del sangue completo non appena scoprono di essere incinte. Di sicuro, si sa che sono stati riscontrati casi di anomalie congenite. Anche su questo punto gli studi sono tuttora poco chiari.

Soprattutto durante la gravidanza. Uno studio britannico ha riscontrato malformazioni congenite nelle consumatrici di questo tipo di droga, soprattutto a livello degli arti o del cuore. Essendo la gravidanza un periodo di grande responsabilità per la donna, sarebbe giusto mettere da parte anche il più piccolo dei vizi e stravizi della neomamma e fare di tutto affinché il bambino possa nascere e crescere sano.

Approfondimenti, ricerche scientifiche, interviste, studi e opinioni sul mondo della subfertilità e del percorso verso la maternità. IVA e C. Droghe e gravidanza, quali rischi by Federica Cappellettion mag La voce di I-VITAE Approfondimenti, ricerche scientifiche, interviste, studi e opinioni sul mondo della subfertilità e del percorso verso la maternità.

Ultimi articoli. Archivio marzo 9 giugno 9 agosto 9 ottobre 9 novembre 9 settembre 8 gravidanza ad alcolismo una conseguenza 8 novembre 8 febbraio 8 aprile 8 maggio 8 settembre 8 febbraio 8 dicembre 7 gennaio 7 luglio 7 gennaio 7 aprile 6 maggio 6 giugno 6 dicembre 5 marzo 5 luglio 5 agosto 4 luglio 3 settembre 3 ottobre 2 dicembre 1 gennaio 1 maggio 1 agosto 1 see all.

Copyright © All Rights Reserved. 2018
Proudly powered by WordPress | Theme: BetterHealth by CanyonThemes.