La madre che bevo odio

IO ODIO DAME TU COSITA - PARODIA - iPantellas

Abbia come conseguenza se smettere di bere

Lo tieni alla larga. Nonostante il disco sia andato bene, ho voluto cambiare produttore Dario Faini in arte Dardustndacambiare tipologia di approccio al testo, approccio alla canzone. Ho voluto parlare di altri temi, scriverli in maniera diversa. Mi fai un esempio? Mi sarei ucciso da solo. Prima mi incazzavo, rosicavo. O almeno credi che siano intense, poi magari non lo sono.

Ci abbiamo messo del tempo a conoscerci. Mi ha dato quella la madre che bevo odio di puro romanticismo, tornavo a casa e scrivevo. Il famoso Controllo di cui canti. Ho scoperto che sto molto meglio quando non eccedo nei vizi.

Se non faccio sport, mi sento male. Quindi funziona. Ho dovuto trovare degli escamotage per vivere bene. Ci ho provato, non fa per me. Quindi ho trovato dei sistemi naturali, per vivere al meglio; per fare questa intervista e stare tranquillo; per fare un tour e stare tranquillo.

Questi rimedi sono lo sport, mangiare bene, bere vini fatti bene, di un certo tipo, nella giusta dose. Cose semplici che mi permettono di la madre che bevo odio la vita al meglio. Su cosa hai fatto la tesi? Quando scrivi? Sempre, anche adesso qui con te. Scrivo per strada, in macchina, anche quando vado al cesso. Mi viene in mente una melodia, la registro la madre che bevo odio una nota vocale. Spesso le bombe arrivano alle cinque del mattino, mi sveglio con la melodia in testa, vado al pianoforte, metto REC sul telefonino, suono quello che viene e mi rimetto a dormire.

Era passato appena qualche mese. Sono cresciuto solo con mia madre, che ha cinque sorelle e un fratello. Sono i miei idoli. Quando torno a casa e mi sento solo, oppure voglio il mio momento per ritrovare me stesso, metto un film di Verdone, di Fantozzi o di Tarantino. Quando tornavi da scuola e vedevi Holly e Benji.

Sono arrivato al punto di dire che Vasco non lo voglio incontrare. A te interessa ancora cosa pensa Vasco? E cosa ascolti adesso? Non ascolto niente prima di fare i dischi. Non vogliamo fare la batteria come un altro pezzo, e cazzate del genere. Solo per Loveho detto che volevo che diventasse la mia Gli angeli. Sempre Vasco. Nonostante sia dark, ti fa piangere di gioia ai concerti.

Sei molto attento alle parole. Hai un lato vanziniano, edonista e cazzaro, e uno morettiano, quasi moralista. Anche riguardo alla politica, fai molta attenzione al linguaggio. Il politico deve educare il cittadino, e non fomentarlo con il populismo da quattro soldi. Noi siamo popolari. Dove senti la tensione?

La sento quando vado nei taxi, quando giro per la strada. E tu come reagisci? Cerco di la madre che bevo odio, fare domande, togliere certezze. Vorrei che ne uscisse adesso fuori uno per cui sia pronto a dichiararmi a favore, vorrei — come nel primo episodio di Star Wars — una nuova speranza. Forse potrebbe essere Zingaretti.

Affascina anche gli altri due Thegiornalisti, Marco Primavera e Marco Antonio Musella, che stiamo passando a caricare sul furgoncino. I tre a un certo punto della la madre che bevo odio carriera avevano addirittura pensato di trasferirsi a Nashville per suonare, coltivare granoturco! Ma credo proprio che di questo Love avremo occasione di parlarne a lungo, nei mesi che verranno.

Copyright © All Rights Reserved. 2018
Proudly powered by WordPress | Theme: BetterHealth by CanyonThemes.