Rassegne di codificazione da alcolismo in Almaty

Walking through Kazakhstan - September 10th 2016: Almaty At Night

Quello che lerba salva da dipendenza alcolica

To browse Academia. Skip to main content. You're using an out-of-date version of Internet Explorer. Log In Sign Up. Punti di svolta. Analisi del mutamento biografico. Mario Cardano. Laura Bonica. Tutti i diritti sono riservati. Per altre informazioni si veda il sito www. Corso di vita e transizioni biografiche, rassegne di codificazione da alcolismo in Almaty Manuela Olagnero 1. Il modello del corso di vita 2. Terreni di incontro, parole scambiate 3. Problemi di classificazione degli eventi 5.

La cassetta degli attrezzi 6. Osservazioni conclusive II. Transizioni e sviluppo nel ciclo di vita, di Lau- ra Bonica 1. Dai modelli stadiali ai modelli sistemico-dinamici 2. La nuova concezione sistemico-dinamica del cam- biamento nel ciclo di vita 3. Rassegne di codificazione da alcolismo in Almaty di rischio e di protezione 4. Verso una prospettiva ecologica, narrativa e micro- rassegne di codificazione da alcolismo in Almaty 5.

Osservazioni conclusive III. Le transizioni nella psicologia del lavoro e delle organizzazioni 2. Lo scenario delle transizioni adulte 3. La carriera come transizione p. Transizioni e conciliazione 7. Il male mentale. Distruzione e ricostruzione del sé, di Mario Cardano 1. Rotture biografiche 2. I contesti di ricerca 3. Scacco e rinascita: forme di ricostruzione del sé 5. Osservazioni conclusive V.

La transizione scuola-lavoro 2. Il contesto di ricerca 3. Analisi di un caso esemplare 4. La transizione scuola-formazione professionale 5. Osservazioni conclusive VI. Il rapporto tra conciliazione e transizione 2. Osservazioni conclusive VII. Percorsi di povertà. Sguardi su un corridoio con uscita, di Manuela Olagnero 1.

Mancanze e incapacità 2. Omogeneità e eterogeneità nelle storie di vulnera- bilità 4. Decisioni difficili p. Analisi di un caso esemplare 9. Osservazioni conclusive VIII. Cambiar fede. Narrative biografiche di con- versione religiosa, di Nicola Pannofino 1. La conversione religiosa 2. La struttura narrativa delle storie di conversione 3. Il contesto di ricerca 4. Analisi di un caso esemplare 5. Osservazioni conclusive Epilogo, di Mario Cardano Appendice.

Interviste e interrogatori, comunicazioni e teleco- municazioni, informazioni e spettacoli 2. Giochi, mosse, identità 3. Esercizi di lettura 4. Da queste poche righe, strappate dalle prime pagine del testo, emerge nitida la fatica della costruzione del sé, nella tessitura narrativa degli eventi di cui si compone una vita; nello sforzo di riconoscere la propria figura, nel movimento da un luogo a un altro, nel passaggio da un modo di essere nel mondo a un altro.

Le vite di cui ci occupiamo in questo volume sono ricostruite a rassegne di codificazione da alcolismo in Almaty dalle narrazioni rese dai loro protagonisti, sollecitati a raccontarsi nel contesto di interviste narrative. È dunque di storie che si occupa questo volume, storie di uomini e donne alle prese con i mutamenti — diversi nel segno — che caratterizzano le loro vite e ai quali, attraverso la narrazione hanno inteso attribuire senso. Questo percorso ha, al contempo, evidenziato la funzione aggregante di alcuni elementi comuni riscontrabili nella evoluzione delle nostre discipline.

Comune alle due discipline è infatti il far parte di quel movimento intellettuale più ampio, che intorno agli anni ottanta ha segnato una svolta, prendendo congedo sia dai modelli meccanicistici di stampo positivista, sia dalla voca- zione a individuare leggi universali, inscritte in teorie forti e globalizzanti. In ambito sociologico, si assiste a un parallelo passaggio dalla sociologia delle età a quella del corso di vita [Saraceno ; Olagnero ] cfr. Riferimenti conducibili al primo approccio si trovano nel capitolo 4 di questo volume, al secondo, concettualizzato da Bruner come superamento della frattura tra pensiero logico-paradigmatico e pensiero narrativo, si trovano nel capitolo 2.

Una rassegna più puntuale e completa si trova in Poggio [] e in Czarniawska []. Se ne potranno trovare diversi riscontri in questo volume, soprattutto nelle storie di transizione alla malattia mentale cfr. Nei diversi capitoli se ne trovano riscontri, in riferimento a costrutti che operativizzano vari aspetti delle transazioni persona-comportamento-contesto: stress, resilienza, vulnerabilità e azione biografica, soprattutto in relazione alle transizioni di povertà e salute-malattia cfr.

Si tratta di una rete composita, nelle cui maglie risiedono individui o gruppi che ora sostengono e legittimano la nuova identità — ad esempio il gruppo dei pari o i nuovi compagni di fede — ora le impongono il marchio dello stigma — come spesso accade alle persone costrette a fronteggiare un disturbo psichico [Cardano ] cfr. Movimenti non sempre raffigurabili nella loro intierezza in chiave di ascesa o di caduta, soprattutto quando alla loro rappresentazione provvede chi li compie, è il caso, ad esempio, della transizione fra la salute e la malattia, raffigurata ora come degrado ora come elevazione del sé.

La complessità, talvolta caotica, di questi processi trova nel senso riposto a questo incedere dai loro protagonisti la norma che consente, sia di qualificarli come transizioni biografiche, sia di precisarne la rassegne di codificazione da alcolismo in Almaty. Alla domanda di senso, che accompagna il transito da uno stato a un altro, tutti noi rispondiamo costruendo una narrazione che lega gli eventi di cui siamo stati protagonisti, che restituisce intelleggibilità a quel prima e a quel poi che proprio attraverso la narrazione acquisiscono una fisionomia e una dimensione morale definite [Bruner ].

Hanno questa caratteristica le transizioni adolescenziali verso ruoli adulti, o il passaggio dalla condizione di occupato a quella di pensionato per le persone in età avanzata; transizioni queste nelle quali le norme sociali elaborano mutamenti marcati — ancorché non perentoriamente — dalla natura dei nostri corpi. Le transizioni inattese incidono nel corso di vita profonde discontinuità, rotture con esiti difformi e spesso impre- vedibili. In questo senso eventi quali cambiare scuola, diventare genitore o andare in pensione possono trascinare conseguenze affettive, relazionali che aprono alla crisi, costituita non solo da opportunità, ma anche da rischio.

I passaggi critici accostati e posti a confronto hanno luogo a Torino, una città postfordista che, in questi ultimi anni è stata chiamata a fronteggiare un crisi che la investe sul piano economico, sociale e culturale. Nel presentare i risultati delle nostre ana- lisi abbiamo deciso di dare ampio spazio ai testi che li hanno ispirati, riprodotti in lunghe citazioni estratti nei capitoli che costituiscono la seconda parte del volume.

Nella seconda parte, il lettore avrà modo di viaggiare attra- verso cinque diverse transizioni biografiche, in cui condizioni non normative e critiche si alternano a condizioni normative, per concludere infine con progetti di vita meno vincolati da pressioni esterne o strutturali, come le conversioni religiose. Entrando nello specifico, il capitolo 4 di Mario Cardano si concentra sulle transizioni dalla salute alla malattia mentale analizzandone la laboriosa attività di sensemaking diretta, ora a dar conto di cosa è accaduto e del perché, ora alla ricostruzione di un sé che il male mentale ha frantumato.

Il capitolo 5 di Laura Bonica e Viviana Sappa mette a fuoco le transizioni precoci al lavoro. Il capitolo 6 di Claudia Piccardo, Lara Colombo e Chiara Ghislieri conside- ra le transizioni rassegne di codificazione da alcolismo in Almaty al ruolo rassegne di codificazione da alcolismo in Almaty remunerato e le strategie adottate per conciliarlo con altri ruoli assunti nel resto della rassegne di codificazione da alcolismo in Almaty, bilanciando le diverse aspettative che essi implicano.

La scelta di due casi, quello di Stefano e di Ornella, consente inoltre di metterne a fuoco le implicazioni di genere. Il capitolo 7 di Manuela Olagnero mette a fuoco i percorsi di povertà, evidenziandone le diverse possibili antecedenze o conseguenze sul fronte della vulnerabilità e il carattere reversibile di tali traiettorie, di rassegne di codificazione da alcolismo in Almaty vengono presentati diversi casi. Infine, il capitolo 9 di Mario Cardano conclude la seconda parte con alcune notazioni teoriche e metodologiche dirette a dar conto del rilievo della prospettiva di studio qui adottata.

Esse costituiscono, nel loro complesso, una base utilizzabile a rassegne di codificazione da alcolismo in Almaty livelli: sia per ulteriori ricerche che vogliano coglierne gli elementi di trasversalità, sia per finalità didattiche. La fiducia è la più precoce attitudine psicosociale, ma se la vita deve continuare, occorre che la speranza persista, anche quando la fiducia è stata tradita [Erikson].

The geometry of human life is too imperfect and too complex, too distorted by the laughter of time and the bewildering of fate to admit the straight line into its system of laws [Conroy ].

Il modello del corso di vita Il tema delle transizioni biografiche trova nella ricerca sul corso di vita una particolare sensibilità analitica ed empirica.

Attribuendo centralità al concetto di transizione, la sociologia del corso di vita mette in tensione quanto già era assunto dalla sociologia funzionalista nella sua rappresentazione rassegne di codificazione da alcolismo in Almaty società come un complesso di campi di interazione sociale, più o meno istituzionalizzati e, soprattutto stabili.

Il concetto di traiettoria occupa un posto centrale nella definizione di transizione, perché ne tempera il valore assoluto. Transizioni apparentemente simili hanno significato sia sociale Questo capitolo rassegne di codificazione da alcolismo in Almaty di Manuela Olagnero.

Terreni di incontro, parole scambiate La sociologia approda a questi temi irrobustita da un dia- logo di lunga data, con la psicologia. Quello delle transizioni è — di fatto — un terreno su cui sociologia e psicologia si sono da tempo incontrate e da tempo dialogano, con una certa facilità di intesa, quantomeno sotto alcuni aspetti.

Lo fanno con qualche strappo e qualche presa di distanza dalle loro rispettive direzioni di marcia mainstream. A dire il vero, un fecondo dialogo tra psicologia e sociologia esiste già dalla metà del secolo scorso da parte di sociologi come Neugarten [], Inkeles e Levinson [] e di psicologi come Sanford [] e Sarbin [].

Continuità e discontinuità non riguardano soltanto gli individui ma i contesti, non soltanto i comportamenti ma le motivazioni. Anche il rapporto tra fasi identitarie e fasi della vita, in particolare il rapporto tra identità date come stabili e vita adulta, esce da questa prospettiva parzialmente ridiscusso.

Sul fronte della psicologia rassegne di codificazione da alcolismo in Almaty sviluppo Erikson cfr. I dilemmi del corso di vita, infatti, aumentano proprio quando i problemi rassegne di codificazione da alcolismo in Almaty lavoro e delle relazioni familiari devono essere affrontati e risolti senza possibilità di posposizione o dilazione. Anche Albert Bandura cfr. In polemica contro le teorie stadiali, e relativi assunti di piani di vita armonizzati con i passaggi di età, studiosi come Birren e Schroots mostrano che lo sviluppo del corso di vita avviene attraverso svolte e biforcazioni.

Copyright © All Rights Reserved. 2018
Proudly powered by WordPress | Theme: BetterHealth by CanyonThemes.