Cliniche di Kazan di trattamento di dipendenza alcolica

Dipendenza da alcool - Dott. Cosimo Colletta

Quello che è necessario bere erbe ad alcolismo

Le raccomandazioni sono state preparate dai membri del dipartimento e dalla clinica di propedeutica di malattie interne, gastroenterologia ed epatologia. DI Abdulganievoy. L'epatite autoimmune AIG è una malattia epatica cronica di eziologia sconosciuta, caratterizzata da Cliniche di Kazan di trattamento di dipendenza alcolica periportale o più estesa e si verifica con ipergammaglobulinemia significativa e la comparsa di un ampio spettro di autoanticorpi nel siero.

Le idee moderne sulla patogenesi di AIG includono l'interazione di fattori ambientali, violazioni dei meccanismi di tolleranza immunitaria e predisposizione genetica. Questa interazione Cliniche di Kazan di trattamento di dipendenza alcolica la risposta immunitaria delle cellule T contro gli antigeni degli epatociti, che porta allo sviluppo di progressivi cambiamenti necroinfiammatori e fibrotici nel fegato.

L'AIG è considerata una malattia relativamente rara: la sua prevalenza in Europa e negli Stati Uniti è di casi su Pertanto, nella Federazione russa il Cliniche di Kazan di trattamento di dipendenza alcolica di questi pazienti è, secondo Si stima che sia di mila: è paragonabile alla prevalenza di altre malattie autoimmuni - cirrosi biliare primaria, lupus eritematoso sistemico, miastenia grave, ecc.

La cirrosi "criptogenica", che si è sviluppata diversi anni dopo il debutto di "epatite di eziologia non specificata", con esami mirati in molti casi mostra alcuni segni di AIG. Lo screening AIG non viene eseguito a causa della relativa rarità della malattia e della mancanza di indicatori di screening affidabili. Va tenuto presente che le donne si ammalano più spesso degli uomini 1. Se la quantità di punti prima del trattamento era 10 e superiore, dopo il trattamento - 12 e oltre, allora possiamo parlare del "probabile" AIG.

Nel sono stati proposti criteri diagnostici semplificati per l'AIH, tra cui la presenza di autoanticorpi, un Cliniche di Kazan di trattamento di dipendenza alcolica delle IgG sieriche, caratteristiche istologiche e l'assenza di marcatori di epatite virale Tabella 3. Va tenuto presente che, da un lato, gli indicatori selezionati sono caratterizzati da una sensibilità e una specificità piuttosto elevate, dall'altro, una "short list" aumenta la probabilità di un errore diagnostico, come, ad esempio, nel caso di epatite alcolica o medicinale livello C.

Nel gruppo di malattie croniche del fegato, i disturbi autoimmuni sono piuttosto rari, causando la malattia di un organo vitale. La conferma della diagnosi di Cliniche di Kazan di trattamento di dipendenza alcolica autoimmune AIG è il risultato di test e studi. È importante differenziare la patologia da altri tipi di malattie del fegato, per escludere la natura virale della malattia.

L'epatite cronica è un processo infiammatorio che interessa il parenchima epatico. Quando il numero di cellule immunitarie nei tessuti del fegato sta aumentando rapidamente, stiamo parlando dell'inizio di un processo autoimmune. Il sistema immunitario di una persona produce una grande quantità di anticorpi che attaccano l'organo.

L'eziologia di una malattia in rapida progressione è sconosciuta e il suo esito è lo sviluppo della cirrosi epatica e dell'insufficienza epatica e renale. È importante ricordare che con la natura autoimmune dell'epatite, i sintomi della patologia non interessano solo un fegato. Dopo un esame clinico e un colloquio Cliniche di Kazan di trattamento di dipendenza alcolica paziente, lo specialista redige un programma di test sierologici e biochimici, marcatori istologici. È piuttosto difficile fare una diagnosi corretta in caso di sospetto di AIG.

Secondo le linee Cliniche di Kazan di trattamento di dipendenza alcolica cliniche, è prima necessario eliminare il tipo virale e alcolico della malattia.

È inoltre necessario assicurarsi che non vi siano recenti trasfusioni di sangue nel paziente, evidenza di trattamento con farmaci epatotossici e assunzione di alcool. I seguenti risultati degli esami del sangue confermeranno l'epatite autoimmune:.

Quando si effettua una diagnosi finale, sono guidati da indicatori di biopsia delle strutture del tessuto epatico. Secondo le raccomandazioni, è necessaria la conferma della presenza di necrosi ponte o a gradiniinfiltrazione linfoide in base ai risultati dell'istologia. Il monitoraggio dello screening dell'epatite autoimmune non viene effettuato, poiché la malattia è considerata rara e non ci sono marcatori affidabili.

Pertanto, nei casi di sospetta epatite acuta o cronica di eziologia sconosciuta, è necessario escludere l'AIG. In base alle raccomandazioni cliniche e ai risultati degli esami del sangue sierologici per la rilevazione di autoanticorpi, è stata adottata una classificazione speciale di AIG. Ogni tipo di epatite è caratterizzato dalle sue caratteristiche di sviluppo, dalla specificità della risposta alla terapia con immunosoppressori farmaci che sopprimono il sistema immunitario e dalla prognosi.

Due tipi di autoanticorpi circolano nel sangue dei pazienti:. A volte Cliniche di Kazan di trattamento di dipendenza alcolica presenza di anticorpi antineutrofili diventa il colpevole del danno alle cellule del sistema immunitario. La mancanza di trattamento porta alla cirrosi con un esito triste. Il sangue dei pazienti è saturo di anticorpi alle cellule interne del rene e del fegato LKM La malattia è difficile a causa dell'alta attività dei parametri biochimici. Prognosi: la mancanza di una terapia adeguata in tre anni termina con la cirrosi.

Le linee guida per il trattamento clinico indicano resistenza immunitaria e la sua cessazione provoca una ricaduta. L'AIH di questa specie è più spesso associata ad altre malattie immunitarie, inclusa l'epatite C virale. Questo è il tipo più raro di processo autoimmune che colpisce il fegato, le cui manifestazioni cliniche sono per lo più bambini. Nel sangue dei pazienti c'è un gruppo di anticorpi contro l'antigene epatico SLA con la frequente comparsa di fattore reumatoide.

La principale differenza tra l'epatite autoimmune e altri tipi di malattie croniche del fegato è la possibilità di diagnosticare l'AIG in qualsiasi fase dello sviluppo. Non ha senso aspettare fino a quando il processo non è cronografato sei mesi.

Tenendo conto delle linee guida cliniche, il trattamento dell'epatite autoimmune inizia dopo la conferma della diagnosi e la determinazione del suo tipo. I metodi di trattamento per l'AIH negli adulti e nei bambini differiscono a causa del corso aggressivo della patologia infantile. Il regime terapeutico immunosoppressivo predominante è prednisone. A seconda della dose del farmaco, il trattamento viene effettuato secondo uno degli schemi generalmente accettati.

L'epatite viene trattata con alte dosi di glucocorticosteroidi. Dopo due settimane di somministrazione, è necessaria un'analisi di Cliniche di Kazan di trattamento di dipendenza alcolica, nel caso di dinamica positiva, la dose del farmaco viene ridotta di 0,5 mg settimanalmente.

Il limite di riduzione del dosaggio è mg, questa è una quantità di supporto prednisone. L'ulteriore terapia è continuata dalla somministrazione intramuscolare del farmaco fino alla comparsa dei normali risultati degli esami di laboratorio. Le linee guida cliniche indicano un regime di trattamento in tre parti. La terapia dell'epatite autoimmune è potenziata con una preparazione che promuove la rigenerazione degli epatociti.

Due mesi dopo, l'azatioprina viene cancellata e il trattamento viene continuato con Prednisolone e un farmaco a base di acido ursodesossicolico. I bambini vengono trattati in monoterapia con Prednisolone, i metodi combinati sono utilizzati nella diagnosi di epatite per la sua precedente determinazione. Le raccomandazioni cliniche non contengono il regime terapeutico generalmente accettato per i bambini, ma l'efficacia del trattamento è elevata.

Il tipo di trattamento chirurgico prevede il trapianto di fegato trapianto. Il problema principale per eseguire un'operazione complessa è la ricerca di un donatore adatto per i parametri clinici. È importante ricordare che senza la corretta terapia eseguita in tempo, i sintomi clinici dell'epatite autoimmune porteranno inevitabilmente alla cirrosi epatica.

La sopravvivenza in questo caso è ridotta a cinque anni e, con un trattamento adeguato, c'è speranza di una remissione stabile con una prognosi di sopravvivenza a 20 anni. L'epatite infiammazione del fegato di eziologia autoimmune è stata descritta per la prima volta nel in un gruppo di giovani donne.

A quel tempo, un alto livello di gamma globuline e una buona risposta alla terapia con ormone adrenocorticotropo era considerata la sua caratteristica principale. Le visioni moderne sull'epatite autoimmune si sono notevolmente ampliate, grazie alla divulgazione dei segreti dell'immunologia.

Tuttavia, la causa principale inspiegabile della malattia, che porta alla produzione di anticorpi nel siero, rimane poco chiara. La malattia è Cliniche di Kazan di trattamento di dipendenza alcolica da un decorso cronico con periodi di esacerbazioni e un rischio significativo di transizione verso la cirrosi epatica. Non è ancora possibile curarlo, ma la combinazione di citostatici e ormoni steroidei prolunga la vita dei pazienti. L'epatite autoimmune è una malattia rara. Nei paesi europei vengono rilevati casi per Secondo i dati delin alcuni paesi arriva a Le donne si ammalano 3 volte più spesso degli uomini alcuni autori pensano che 8 volte.

Recentemente, la crescita della malattia Cliniche di Kazan di trattamento di dipendenza alcolica stata registrata in uomini e donne. Forse questo è dovuto a un livello più alto di diagnosi.

L'analisi istologica determina la presenza di infiammazione nel fegato e aree di necrosi intorno alle vene periportali. L'immagine dell'epatite è espressa da una necrosi a ponte del parenchima epatico, un grande accumulo di plasmacellule negli infiltrati.

I linfociti possono formare follicoli nei percorsi portale e le cellule epatiche circostanti si trasformano in strutture ghiandolari.

L'infiltrazione linfocitaria si trova al centro dei lobi. L'infiammazione si estende ai dotti biliari e ai colangioli del tratto portale, sebbene i passaggi settale e interlobulare non cambino. Negli epatociti viene rilevata la distrofia grassa e idropica, le cellule sono piene di inclusioni grasse e vacuoli con Cliniche di Kazan di trattamento di dipendenza alcolica.

Gli studi sugli immunologi hanno rivelato che il risultato finale dei riarrangiamenti immunitari è una netta diminuzione dei processi di immunoregolazione a livello dei linfociti tessutali. Di conseguenza, gli anticorpi anti-nucleari per levigare le cellule muscolari, le lipoproteine, appaiono nel sangue.

Spesso vengono rilevate violazioni simili ai cambiamenti sistemici nel lupus eritematoso fenomeno LE. Pertanto, la malattia è anche chiamata "epatite lupoide". Molti antigeni umani sono coinvolti nella reazione con gli anticorpi.

Sono designati da immunologi di lettere e numeri. I nomi possono significare solo qualcosa per specialisti:. Si ritiene che la causa iniziale del processo autoimmune possa essere fattori aggiuntivi: i virus:. Nella metà dei casi, i sintomi iniziali di una malattia autoimmune compaiono tra i 12 ei 30 anni.

Il secondo "picco" appare nelle donne dopo l'instaurazione della menopausa menopausale. La terza parte è caratterizzata da un decorso acuto e dall'impossibilità di distinguere dalle altre forme acute di epatite nei primi 3 mesi. Caratteristica è la combinazione di segni di danno epatico con disturbi del sistema immunitario, espressi in seguito: eruzioni cutanee, prurito, colite ulcerosa, dolore e feci alterate, tiroidite progressiva infiammazione della ghiandola tiroide e ulcera peptica.

L'insorgenza di epatite autoimmune nei bambini è accompagnata dal decorso clinico più aggressivo e dalla cirrosi precoce. Già nella fase della diagnosi nella metà dei casi, i bambini hanno formato cirrosi epatica. A seconda delle risposte sierologiche, gli autoanticorpi identificati, ci sono tre tipi di malattie. Si è scoperto che differiscono nel corso, la prognosi della reazione alle misure terapeutiche e la scelta del trattamento ottimale dell'epatite autoimmune. Colpisce qualsiasi età.

Il più delle volte - anni e donne nel periodo della menopausa. Il trattamento precoce consente di ottenere una buona risposta alla terapia con corticosteroidi. Tipo II - caratterizzato dalla presenza di anticorpi ai microsomi cellulari di epatociti e reni, denominati "anti-LKM-1 positivi".

Copyright © All Rights Reserved. 2018
Proudly powered by WordPress | Theme: BetterHealth by CanyonThemes.